Skip to content

Prevenire i disagi dello screening delle transazioni nelle attività bancarie

A cura di Microsoft Financial Services

Industry: Banche e mercati finanziari

Notizie cicliche ogni 24 ore possono dare l’impressione che il crimine e il terrorismo siano quasi una costante del mondo odierno. Le risorse finanziarie di queste attività spesso provengono da transazioni che sfidano ogni sanzione. Queste transazioni passano inosservate attraverso banche che non hanno la capacità o la motivazione per passare accuratamente al vaglio le transazioni illecite. In misura sempre maggiore, gli enti pubblici stanno tentando di reprimere questi pagamenti, pertanto i legislatori hanno riversato la pressione ai livelli più alti delle banche affinché blocchino le transazioni pericolose o di soggetti sanzionati che alimentano il crimine globale.

Oggi, i dirigenti di alto livello sono personalmente responsabili di qualsiasi transazione illecita che sfugga al controllo. La non conformità a norme severe può costare cara alle banche: le ammende associate alle sanzioni sono costate alle banche statunitensi oltre 200 miliardi di dollari tra il 2008 e il 2015.[i] Per prevenire il crimine e proteggersi dalle ammende, le banche hanno bisogno di una soluzione rigorosa di screening delle sanzioni che risolveranno i tre seguenti punti critici:

  1. Garantire la conformità è difficile a causa del frequente cambiamento delle norme e il controllo elevato da parte dei legislatori
  2. Mantenere un giusto equilibrio tra screening meticolosi e screening rapidi è complicato, specialmente perché non bisogna interrompere le transazioni dei clienti autorizzati
  3. Aggiornare gli elenchi delle sanzioni è un’attività delicata che richiede molto tempo, soprattutto con un sistema inflessibile

1. Garantire la conformità è difficile

Ensuring complianceUn controllo serrato a livello di norme come reazione al finanziamento del terrore e ad altre transazioni di soggetti sanzionati ha dato origine a sfide enormi per le banche. Il 20% dei servizi finanziari ha subito misure coercitive da parte di un legislatore, un numero destinato probabilmente a crescere.[ii] Le banche rischiano ammende ingenti, la chiusura di attività e la compromissione della loro immagine se non effettuano controlli basati sulle norme e non si accertano che qualsiasi lacuna nelle informazioni venga colmata prima dell’esecuzione di una transazione. Ma le banche non sono le sole a subire in caso di non conformità: anche i loro clienti patiscono gli effetti del giro di vite sulla conformità. I legislatori hanno ordinato a una banca in Asia di cessare completamente le proprie attività per gravi violazioni della legge e un controllo carente sulle operazioni bancarie a livello dirigenziale.[iii] I clienti si aspettano la conformità come prerequisito e segno di buona gestione a garanzia del fatto che le banche con cui trattano non siano colluse con attività criminali.

2. Mantenere un giusto equilibrio tra screening meticolosi e screening rapidi è complicato

Maintaining a balanceEvitare che il denaro giunga a PEP (persone politicamente esposte) sanzionate e ai terroristi è difficile e comporta un costo operativo elevato per il personale e l’IT, specialmente quando questa attività deve essere svolta senza interferire con le transazioni autorizzate. Uno screening inefficiente, con percentuali alte di falsi positivi, possono paralizzare le relazioni con i clienti: trattenere i libri paga di una grossa azienda anche una volta sola a causa di un falso positivo relativo al nome di un dipendente potrebbe far sfumare attività importanti per la banca. Sistemi di controllo eccessivamente prudenti possono effettivamente segnalare clienti con lo stesso nome di persone presenti nell’elenco di verifica e questo potrebbe determinare la perdita di clienti se tali nomi vengono identificati come quelli degli autori di frodi.[iv]

3. Aggiornare gli elenchi di controllo è un’attività delicata che richiede molto tempo

Updating sanction listsOggi i vari elenchi di controllo che le banche devono verificare per garantire di identificare tutti i soggetti sanzionati subiscono modifiche frequenti. Se si considera il numero crescenti di elenchi di sanzioni provenienti da numerose organizzazioni nazionali, regionali e mondiali, questa fase diventa ancora più dispendiosa in termini di tempo. Il numero di soggetti presenti in questi elenchi aumenta a ogni aggiornamento, come pure gli omonimi e le variazioni ortografiche.

La qualità degli elenchi di sanzioni ha un impatto diretto sulla capacità di rilevamento dei soggetti che fanno da filtro. Poiché gli elenchi diventano sempre più complicati e intercorrelati, richiedono un assieme sempre più sofisticato di metodi di controllo e il miglioramento dei dati grezzi affinché sia possibile mantenere filtri di alta qualità. Un’architettura flessibile e un sistema di gestione degli elenchi è indispensabile per ottemperare alle attuali norme e adeguarsi facilmente alle esigenze future.

4. Affrontare i punti critici dello screening delle transazioni

Le banche hanno bisogno di uno strumento di controllo potente per impedire le transazioni illegali, ridurre al minimo l’interferenza con le transazioni autorizzate e tenersi al passo con gli elenchi di verifica soggetti a rapidi cambiamenti.

Per evitare le ammende senza compromettere l’esperienza dei clienti, occorre confrontare gli elenchi di verifica rapidamente e mantenere contemporaneamente una bassa percentuale di falsi positivi. Le soluzioni di controllo consentono di raggiungere tale percentuale incorporando la cronologia delle transazioni e l’analisi delle tendenze. Inoltre, controlli efficaci potranno integrarsi facilmente con i sistemi esistenti per fare in modo che le banche non debbano modificare in modo sostanziale la loro attuale architettura IT per implementare tale soluzione e fare fronte a nuove richieste.

Le banche sono state chiamate in causa affinché contribuiscano ad arrestare il flusso di denaro verso soggetti sanzionati. Tramite una soluzione di controllo specializzata, come Screen di Temenos, possono garantire lo svolgimento di un loro ruolo positivo nell’individuare tali transazioni. Ulteriori informazioni sulla soluzione Screen di Temenos sono disponibili su Microsoft AppSource.


[i] http://www.cnbc.com/2015/10/30/misbehaving-banks-have-now-paid-204b-in-fines.html
[ii] Global Economic Crime Survey, PwC, 2016
[iii] http://www.mas.gov.sg/News-and-Publications/Media-Releases/2016/MAS-directs-BSI-Bank-to-shut-down-in-Singapore.aspx
[iv] https://dealbook.nytimes.com/2014/06/15/bank-account-screening-tool-is-scrutinized-as-excessive/

Useful Links

Contattaci